Di Peste e Passione

una Storia dei rapporti tra emozione e reazione alle epidemie / pandemie


Il Progetto Di peste e passione intende presentare uno studio sul modo in cui gli esseri umani hanno reagito emotivamente alle epidemie o pandemie, stando alle testimonianze letterarie, filosofiche e storiche che vanno dall’antichità a oggi.

Tra gli autori più rappresentativi, possiamo ricordare soprattutto Lucrezio, che nei versi finali del libro VI del De rerum natura riscrive l’episodio della peste di Atene raccontato da Tucidide e analizza nel dettaglio le passioni dei contagiati, ossia «la coscienza dell’animo offuscata da tristezza e paura».

Il progetto è a cura del Dr. Enrico Piergiacomi. Trova inoltre il supporto del reparto comunicazione della Fondazione Bruno Kessler e quello scientifico del Centro per le Scienze Religiose (FBK-ISR).

Prosegui la lettura qui...


La depressione di Stagirio, o sul consolarsi con la peste

La pratica di curare il malessere interiore contemplando i mali degli altri è un consiglio tipico della letteratura consolatoria antica. La sua prima attestazione risale a Democrito...

Prosegui la lettura qui...


Kollaps. Apocalisse o carnevale?


Kollaps immagina, infatti, un’ipotetica fine del mondo, causata da una perdita temporanea della rete internet e della corrente elettrica a livello globale, che manda gli individui nel caos totale.

Prosegui la lettura qui...